Storia

Complesso Terra Santa

Il Collegio Internazionale di Terra Santa, che, tuttora, è la struttura che ospita gli ambienti parrocchiali, fu costruito nel 1960, su una vasta area collinare immersa nel verde, perché fosse luogo di studio per i tanti allievi seminaristi di diverse nazionalità che si preparavano al sacerdozio nell’Ordine Francescano. La parrocchia fu istituita nel 1970, a seguito di un accordo tra la Curia Vescovile di Porto S.Rufina e la Custodia di Terra Santa che ha sede in Gerusalemme, per poi essere affidata agli stessi Frati Minori. Il giorno della consacrazione ufficiale, il 15 Marzo 1970, per il quartiere romano di Casalotti fu un momento di grande gioia; col passare del tempo è stata affettuosamente indicata dagli abitanti della zona con il nome di “Terra Santa”, e così viene chiamata ancora oggi. A seguito di una crisi vocazionale occorsa negli ultimi decenni, l’enorme complesso architettonico del Collegio è progressivamente caduto in disuso; per queste ragioni una parte del suo territorio è stato venduto ad enti privati e una parte della sua struttura è stata ceduta al comune che vi ha istituito una scuola pubblica. Col passare degli anni la penuria di seminaristi si è aggravata ulteriormente e nel 2003 la Custodia decise di chiudere il Collegio, mantenendone comunque il possesso strutturale e la Parrocchia sotto la guida di un Parroco e di alcuni collaboratori. Nel 2006 l’attuale Custode di Terra Santa, vista l’evidente non convenienza di mantenere così pochi frati in una struttura così grande, ritenne necessari la rimozione e il trasferimento in altra sede dei Francescani rimasti, almeno temporaneamente; allo stesso tempo si concordò il passaggio di consegne del Collegio e della Parrocchia con i Francescani dell’Immacolata, dimostratisi interessati all’opportunità di disporre di una nuova Casa Mariana nei pressi di Roma.